© Francesco Corsinovi - Momenti Rubati - ACUSMA

DIversi INversi: la poesia in festa

in DIversi INversi/Rassegne di

Riportare la poesia sulla bocca e nelle orecchie di tutti a partire dai più giovani: questo è lobiettivo primario di Diversi Inversi. Un progetto che nasce dal bisogno delle parole come base di comunicazione e scambio. Come linguaggio da modificarsi e unirsi ad altre forme darte, come la musica, la danza o il teatro.
DIversi INversi, promosso dall’a.p.s. Tra i Binari costituita da un gruppo di artisti operanti nella zona di Empoli (FI), con lintento di promuovere progetti artistici e di inclusione sociale, prende vita da un membro dellassociazione, Stefano Cavallaro, che negli ultimi anni si è vvicinato sempre di più alla poesia. Ad aprile 2014 effettua un Corso di Scrittura ideato e tenuto da Massimiliano Bardotti, da dove inizia una fruttuosa collaborazione. Cominciano un percorso di scrittura stimolata dalla presenza dellaltro che porterà per Stefano alla creazione del progetto Nuwanda – Dettagli Funesti, mentre per Massimiliano alla stesura di un nuovo libro da pubblicare.

Frequentandosi sempre più riconoscono la necessità di creare un festival, una giornata, un evento dedicato alle sfaccettature della Poesia. Nel settembre 2015, grazie anche alla collaborazione del Tesla Science Bar nasce il festival di poesia DIversi INversi.
Spinti dalla voglia e dalla necessità di poter dare la possibilità ad autori e locali e artisti a livello nazionale, di potersi esprimere di fronte soprattutto ad un pubblico giovane e dinamico, il 12 settembre 2015 ha preso vita la prima edizione. Tra gli invitati Serse Cardellini, direttore della casa editrice Thauma Edizione e direttore letterario dellAmp (Accademia Mondiale della Poesia), fondata dallUnesco, per la quale ha curato lantologia Poesia e Pace, che vede presenti le opere di sessanta poeti provenienti dai cinque continenti. Inoltre erano presenti Michele Cristiano Aulicino e Laura Corraducci, i cui editi e inediti sono presenti in varie antologie e riviste, e recentemente i suoi testi sono stati tradotti in lingua spagnola. 

DIversi INversi

Per questo secondo anno ci troviamo ad affrontare a pieno il tema della poesia. Considerando che questa disciplina nasce cantata, il nostro intento è recuperare questa tradizione.
Molte letture saranno accompagnate da vari strumenti a partire da quelli più antichi a elementi più contemporanei. Il suono sarà il primo compagno della poesia, ma non il solo. Il movimento e la danza saranno risvegliati dalle parole, passando da una danzatrice a movimenti performativi.
La commistione di tutti i linguaggi possibili si trova in questidea di festival, che nasce dalla poesia per potersi contaminare con infinite possibilitàObiettivo di prima linea il riuscire a portare la poesia non solo come elemento da udire o ascoltare, ma come elemento da fare e creare. Anche questanno non mancheranno nomi di spicco nazionale come Chiara Riondino e Massimiliano Bardotti.
Appuntamento quindi da non perdere è Sabato 17 Settembre, presso Ottobit Art Lab, Via Gubbio 9, Fibbiana – Montelupo F.no. Di seguito il programma:

Festival di Poesia Diversi inversi

Programma:
Ore 16:30 Laboratorio di Cut-up a cura di Massimiliano Bardotti, quota partecipante 15 euro.

Ore 19:00- 20.15:
– Luca Gini e Nicolas Baggi – Calibano
– Massimiliano Bardotti Giacomo Lazzeri, Genny Momò Carusi, Sara Giomi , Giulia Tanzini – Prepariamoci al viaggio

Ore 20:15 Apericena

Ore 21:15: Presentazione progetto e associazione Tra i Binari – Raices Comunes

Ore 21:30 – 00:00
– Valerio Signorini, Chiara Bollettino, Sara Patti – Lavorare stanca o stanca di lavorare
– Chiara Riondino – Anarchicamente io
– Stefano Cavallaro e Matteo Zoppi – Acusma

ore 00:00 – 02:00 – Djset a cura di Orme Radio

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimi da

Go to Top