DIversi INversi III° Edizione – 28-29-30 Settembre

in DIversi INversi/Teatri Tra i Binari di

Il festival “DIversi INversi” aumenta la sua portata!
Da un giorno diventano tre, da un luogo si trasforma in un festival che inonda la città di  Montelupo F.no. Varie sedi, molti artisti e tantissime sorprese. Ecco il programma e tutte le info per il Festival!

DIVERSI INVERSI FESTIVAL III EDIZIONE

POESIA E PERFORMANCE

28/29/30 SETTEMBRE 2017 – Montelupo Fiorentino

GIOVEDÌ 28 SETTEMBRE

h.19.00 Hall M.M.A.B.

E.very body S.ing a P.oetry è un progetto fotografico/poetico nato nel dicembre 2016 dalla mente di Stefano Cavallaro / Nuwanda – Dettagli Funesti -.

La poesia accolta, accompagnata dal semplice foglio può aver perso appeal in un mondo come quello contemporaneo, inondato e straboccante di immagini lampo e post on-line. Nel progetto si pone la poesia su dei corpi nudi, che vestono di parole invece dei soliti ed ingombranti vestiti. Il tutto in delle situazioni di non-posa, ma di natura quotidiana, in ambienti realmente vissuti da tutti noi (abitazioni, luoghi di lavoro, situazioni all’aperto, ecc…). Un uso diverso, un innalzamento, un ringraziamento.
Red Carpet è la performance che permette di conoscere il mondo dietro a questo progetto. Un infinito tappeto rosso che vede danzare corpi umani e parole in un unico movimento.

Foto di Francesco Corsinovi e Simona Fossi

h.20.00 bar M.M.A.B.

Aperitivo

Ore 21.30 M.M.A.B.

Il peso di una farfalla, a cura di Matteo Zoppi, Fausto Berti, Matteo Mannocci.

Il peso di una farfalla è un viaggio musical-letterario che indaga l’aspetto conflittuale dell’animo umano. Sopra testi di Erri De Luca e Giorgio Caproni prende vita l’ultima caccia di un uomo, in lotta contro una non meglio identificata ‘Bestia’, simbolo dei confusi antagonisti dell’Uomo.
Una rilettura moderna ed originale di momenti importanti della poesia e della letteratura italiana contemporanea, nella quale prosa e versi si alternano sopra brani di musica elettronica.

Testi E. De Luca, G. Caproni
Musica M. Mannocci, M. Zoppi
Voci M. Zoppi, F. Berti
Elettroniche M. Mannocci

Ingresso libero

VENERDÌ 29 SETTEMBRE

h.19.00 Museo Archeologico

TEC tecniche di emancipazione contemporanea, compagnia TRA I BINARI.

Sedersi sugli scalini di granito di una clinica, un rasoio in mano per radersi la testa da inutili orpelli, assemblare parole sconnesse per il ricordo di un carnevale volto al suicidio, richiedere una lobotomia immediata, ricevere il vuoto solido dell’insulina, Metrazolo elettricità idroterapia psicoterapia terapia occupazionale ping pong amnesia. Milioni di pastiglie dispensate a tutti gli strati della popolazione, psicosi collettive per una terza guerra mondiale quasi al suo compimento. Tutti calmi buoni e sommessi. Un Urlo che ognuno di noi vorrebbe compiere e che già Allen Ginsberg ha sapientemente composto ben oltre 60 anni fa.

Performer Marina Capezzone
Concept Francesco Mugnari
Sound Nicolas Baggi
Produzione Tra i Binari

h.19.30 Torre dei Frescobaldi

Sillabe di Note, giochi di guerra e poesia, Reading di Anna Dimaggio e Luigi Virdis.

Sillabe e note navigano insieme nel mare dell’umana conoscenza per risvegliare immagini ed emozioni. Una sorta di ricerca del suono come arto, capace di sollevarci e sospingerci nel conflitto come via di creazione.  Performance liberamente ispirata e dedicata a Nino Gennaro.

Regista, interprete Anna Dimaggio
Musica Luigi Virdis

h.20.00 Circolo La Torre

Aperitivo

Ingresso alle due performance €6

h-21.30 Museo Archeologico

I Dettagli Minori, di Viviana Piccolo e Massimiliano Bardotti.

Noi tutti passiamo la vita a fantasticare. Così ci perdiamo tutta una serie di piccoli miracoli quotidiani. I dettagli minori sono la vita di ognuno di noi, la vita vera. Quella che accade mentre siamo altrove. Giulia, protagonista della storia, racconta in versi il suo epico viaggio quotidiano da casa al supermercato e ritorno. Sulla strada incontra esseri umani alla deriva che il mondo rifiuta, ma che lei ama… E poi c’è Marco, il tormentato amore di una vita…

Testo di Massimiliano Bardotti
Voce narrante Viviana Piccolo, Massimiliano Bardotti
Danza Genny Carusi
Arpa Celtica Giulia Tanzini

Ingresso €6

SABATO 30 SETTEMBRE

h.10.00-12.30 Teatro Aurora Fibbiana

/CUT-UP\, workshop di poesia, con Massimiliano Bardotti.

Il cut-up è una tecnica letteraria stilistica che consiste nel tagliare fisicamente un testo scritto, lasciando intatte solo parole o frasi. I vari frammenti ricomposti creeranno così un nuovo testo che senza filo logico, ma tenendo conto del proprio istinto e inconscio, da vita ad un nuovo contenuto emotivo e personale. La tecnica era già stata utilizzata nel dadaismo (per esempio Tristan Tzara), ma fu largamente utilizzata a partire dagli anni sessanta dai componenti della Beat generation. Massimiliano Bardotti è un poeta di Castelfiorentino (FI) edito dalle case editrici Nerbini, Thauma e Fara, che da qualche anno tiene uno tra i pochi corsi in Italia interamente dedicati a questa tecnica

h.18.00 Molino dell’Elmi

Studio sul sosia, di Tiziano Massaroni, con Lorenzo Pisaneschi

Prima tappa di un percorso che intende incontrare sosia di artisti molto noti con l’idea di creare delle performance imperfette. Non si intende infatti imitare ma ideare uno show che giochi sul sosia ma non sulla copia. Il performer infatti interpreterà rendendo il lavoro qualcosa di personale. Performance intima, decisamente poetica e di forte impatto emotivo. Un’immersione, un inganno consapevole, nel mondo di uno degli artisti più rilevanti di tutti i tempi.

Ideazione Tiziano Massaroni
Performer Lorenzo Pisaneschi

h.18.30 Molino dell’Elmi

14 movimenti, di Greta Francolini.

Primo lavoro della coreografa Greta Francolini. Uno studio sull’amore come azione minimale e disinteresse del pensiero. La ricerca è stata declinata a posteriori al Fedro di Platone. Performance ipnotica dove la riduzione del movimento crea un ritmo irrefrenabile e coinvolgente. Greta Francolini (1993) è una performer/coreografa.

Coreografia e performance Greta Francolini

h.19.00 Molino dell’Elmi

Inter Pares Project, di Agnese Lanza.

Inter Pares Project è un progetto di ricerca nel campo della danza contemporanea incentrato sul valore dell’osservazione, della descrizione, dell’ascolto e della memoria. Partendo da un porre l’attenzione allo spazio circostante, il focus del lavoro è cogliere quei momenti in cui corpo e sguardo si concentrano su attività specifiche, si mettono in ascolto, e utilizzare tali momenti come basi per la creazione coreografica. Agnese Lanza lavora come danzatrice, coreografa e insegnante di danza contemporanea tra l’Italia e il Regno Unito. Dal 2013 sviluppa il progetto Inter Pares Project insieme alla danzatrice danese Julie Havelund-Willett. Il lavoro è stato mostrato in più di 30 piattaforme, condividendo la pratica attraverso laboratori con professionisti e amatori tra i due paesi.

Coreografia Agnese Lanza
Performer Agnese Lanza Giulia Gilera

Ingresso alle tre performance €8

h. 20.00 Montelupo Fiorentino

Aperitivo

h.21.30 Teatro Aurora

Bello Mondo di Mariangela Gualtieri.

In Bello Mondo Mariangela Gualtieri cuce versi tratti soprattutto da Le giovani parole (Einaudi), uscito nel 2015, ma inserisce anche poesie da raccolte precedenti, al fine di comporre una partitura ritmica che passa dall’allegretto al grave, dall’adagio fino al grande largo finale, col suo lungo e accorato ringraziamento al bello mondo, appunto, con la sua ancora percepibile meraviglia. In questo nuovo rito sonoro la Gualtieri continua il cammino dentro l’energia orale/aurale della poesia, nella certezza che essa sia un’antica, attuale via alla comprensione e compassione del mondo.
Mariangela Gualtieri è nata a Cesena, in Romagna. Nel 1983 ha fondato, insieme al regista Cesare Ronconi, il Teatro Valdoca, di cui è drammaturga. Fin dall’inizio ha curato la consegna orale della poesia, dedicando piena attenzione all’apparato di amplificazione della voce e al sodalizio fra verso poetico e musica dal vivo. Fra i testi pubblicati: Fuoco Centrale (Giulio Einaudi ed., Torino 2003), Bestia di gioia (Giulio Einaudi ed., Torino 2010), Voci di tenebra azzurra (Stampa 2009 ed., 2016).

Rito sonoro Mariangela Gualtieri
Collaborazione Cesare Ronconi
Produzione Teatro Valdoca
Contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Cesena

Ingresso €10

Per tutti gli eventi è gradita la prenotazione.

ABBONAMENTI

ABBONAMENTO GIORNALIERO VENERDÌ 29 SETTEBRE €10

ABBONAMENTO GIORNALIERO SABATO 30 SETTEBRE €15

ABBONAMENTO VENERDÌ E SABATO €20

INFO e PRENOTAZIONI

email: teatroaurorafibbiana@gmail.com

Stefano 340/2350491

WORKSHOP €20

Info e Prenotazioni: 349/5517626 Massmiliano, 340/2350491 Stefano

email: teatroaurorafibbiana@gmail.com

 

 

Francesco Mugnari: Regista, attore, performer, artista visivo, Laureato al Dams di Bologna in Drammaturgia Teatrale. Nel 2012 è tra i fondatori della compagnia “Teatri Tra i Binari”. Da 10 anni studia, si forma e lavora nel mondo del Teatro sviluppando numerosi progetti anche con registi di fama internazionale. Negli ultimi anni si dedica a progetti di valorizzazione e restituzione dell’arte alla cittadinanza, lottando contro i sistemi di plastificazione dell’arte, visto che negli ultimi tempi si assiste sempre di più ad uno scollamento tra la vita reale e la produzione artistica.

Ultimi da

Go to Top